De-regolamentazione travestita da accesso precoce alle cure? Rita Banzi, Chiara Gerardi, Vittorio Bertele'

I termini adaptive licensing o adaptive pathways identificano meccanismi graduali e progressivi di autorizzazione all’immissione in commercio dei medicinali da parte delle autorità regolatorie. I sostenitori di questi percorsi adattativi, i quali mirano a velocizzare l’inserimento di nuovi farmaci sul mercato, sottolineano i potenziali benefici a vantaggio sia dei pazienti (accesso precoce alle nuove terapie) che delle aziende farmaceutiche (studi clinici più brevi e meno costosi, anticipato accesso al mercato e, secondo alcuni, vantaggi legati all’allungamento del periodo di copertura brevettuale). Queste autorizzazioni sollevano però numerose preoccupazioni dal punto di vista della salute pubblica. Politiche del farmaco torna sull’argomento dopo l’ultimo confronto sull’adaptive pathways.

Leggi l’articolo completo su Ricerca&Pratica

 

Commenta l'articolo