Difficili decisioni sui farmaci essenziali nel 2015 Nicola Magrini, Jane Robertson, Gilles Forte, et al.

Quest’anno, il Comitato di esperti per la selezione e l’uso dei farmaci essenziali prenderà in esame la richiesta di includere nella lista farmaci costosi per la terapia di cancro, epatite C, tubercolosi resistente a politerapie, nuovi anticoagulanti orali. Richieste che cambiano la percezione dei farmaci essenziali e interrogano sulle possibilità che si offrono ai singoli paesi di affrontare problemi di costi quando si devono prendere decisioni a livello globale. Ricerca&Pratica pubblica la versione italiana dell’articolo di Nicola Magrini et al., pubblicato sul Bulletin World Health Organization, con il commento di Gianluigi Casadei.

Su nuovi farmaci, molto efficaci ma anche molto costosi, e su come conciliare innovazione e sostenibilità in sanità si sono espressi anche Giulio Formoso e Annamaria Marata in un recente articolo.

Leggi l’articolo completo su Ricerca&Pratica

Un pensiero su “Difficili decisioni sui farmaci essenziali nel 2015 Nicola Magrini, Jane Robertson, Gilles Forte, et al.

  1. Raffaele Bernardini

    Mi pare che per “mettere d’accordo” innovazione e sostenibilità in sanità, sia necessaria, se non essenziale, l’appropriatezza delle prescrizioni ai pazienti da parte dei medici di MG e medici specialisti. Spesso farmaci e prestazioni vengono prescritti in maniera non appropriata, talvolta su “pressione” degli stessi assistiti.

    Rispondi

Commenta l'articolo