Stabilire il prezzo dei farmaci: non serve, nelle condizioni attuali, affidarlo all’EMA Giuseppe Traversa

Quando affermiamo che il prezzo di un nuovo farmaco è troppo elevato ci riferiamo a due situazioni differenti: 1) il prezzo è superiore rispetto alle alternative terapeutiche, anche quando il vantaggio clinico è assente o minimo; 2) il prezzo dei farmaci che rappresentano una svolta terapeutica è eccessivo rispetto ai pur condivisibili obiettivi di premiare l’innovazione e di  favorire nuovi investimenti in ricerca. Fra le possibili cause dei prezzi elevati, vi è in entrambe le situazioni il limitato potere contrattuale dei singoli Stati, anche quando le dimensioni sono quelle di un Paese come l’Italia,  di fronte ad aziende produttrici che operano su un mercato mondiale. Allo scopo di rafforzare i  sistemi sanitari che devono rimborsare i farmaci, una delle ipotesi considerate in Europa è quella di affidare all’European Medicines Agency (EMA) anche il compito di definire i prezzi. Di incremento dei prezzi dei farmaci Francesco Perrone aveva parlato su Recenti Progressi in Medicina.

Leggi l’articolo completo su Ricerca & Pratica

 

Commenta l'articolo